10 cose che invece si dovrebbero fare (prima di partire per un viaggio, più o meno lungo)

  1. controllare che l’attrezzatura necessaria sia in buono stato e sia _effettivamente_ presente in camper
  2. eliminare dal camper le cose inutili (tipo: coperte pesantissime quando andiamo incontro a “Ulisse”…)
  3. dedicare il tempo necessario a preparare le valigie i vestiti e tutto il resto
  4. stampare la lista dei punti sosta camper e ripassare il percorso (che poi lo so che al momento buono qualcuno mi chiederà: ma da qui poi dove ci spostiamo?!?!)
  5. lasciare la casa in condizioni dignitose
  6. depilarsi (!!!)
  7. passare a ritirare i libri prenotati in biblioteca (magari non proprio l’ultimo giorno utile…)
  8. rallentare e cominciare a godersi le vacanze già da casa
  9. passare a salutare il nonno
  10. riconoscere francamente di non essere wonder woman e cominciare a spuntare qualcosa dalla lista: in fin dei conti ho ben 2 giorni a casa dopo il mio rientro (!?!?)

un immenso grazie alla mia mamma, perché se non ci fosse stata lei molti dei punti di questa lista e di quella nel post precedente non esisterebbero nemmeno!

10 cose da non fare a pochi giorni dalla partenza (soprattutto se è in programma un lungo viaggio in camper)

  1. alzarsi tardi la mattina
  2. il dado vegetale
  3. le melanzane sott’olio
  4. un semifreddo alle more*
  5. il sun tea
  6. passare il pomeriggio a fare shopping
  7. bloggare (!)
  8. dedicare solo 45 minuti di orologio a stirare un paio di decine di magliette (con 35°C all’ombra e l’umidità sopra l’80% – ma tanto la nostra sarà una vacanza alternativa, e chi farà caso alle magliette mezze stropicciate?)
  9. attardarsi a guardare le finali alle olimpiadi. ma anche le semifinali, le qualificazioni, eccetera
  10. continuare a inserire punti nella lista delle cose da fare prima di partire (illudendosi di essere wonder woman)

*Serena, non ce l’ho fatta a fare il tuo gelato alle more: avrebbe richiesto troppa… uhm… dedizione!

Croeso i Gymru!*

…è già trascorso quasi un mese, ma solo ora riesco a postare qualche foto sul nostro breve viaggio in Galles! (tanto per rimanere in tema di tempo che scarseggia…)
eh sì perché abbiamo approfittato del ponte del primo maggio per cambiare aria e staccare la spina, anche se per pochi giorni. avevamo voglia solo di vedere qualcosa di nuovo e “coccolarci” un po’, magari in un B&B accogliente e… cosy. e alla fine è andata proprio così.
il primo giorno siamo stati graziati e a dispetto delle previsioni non abbiamo preso nemmeno una goccia di pioggia, anche se le temperature erano piuttosto bassine. quindi ne abbiamo approfittato per fare un giro sulla penisola di Swansea, arrivando fino a Worm’s Head: un’isoletta poco distante dalla costa, che con la bassa marea si può raggiungere a piedi. purtroppo quando siamo arrivati mancavano ancora un paio d’ore al momento “propizio”, quindi abbiamo preferito proseguire (era troppo freddo per aspettare lì fuori all’aperto!) il paesaggio è molto suggestivo, soprattutto per la presenza di questi grandi prati sopra gli scogli (e nessuna protezione al limite della scogliera – wow!)

da lì si può vedere anche Rhossili, famosa per la sua spiaggia lunghissima

continua a leggere…