la colazione dei giorni di vacanza

svegliarsi con la pioggia che batte e impigrirsi sotto il caldo tepore del piumone, alzarsi lentamente e prendersi il tempo di preparare colazione con calma, attardarsi ancora un po’ in pigiama in giro per casa, Ludovico Einaudi a far da sottofondo, niente di urgente da fare… mi sembra di essere in vacanza!
e così stamattina spremuta di arance (arrivate 2 giorni fa con il GAS), una bella tazza di caffelatte, due fette di pane, burro e miele… mmm che bontà! ultimamente sempre più spesso nel fine settimana cerchiamo di vivere lentamente, forse per riprenderci dal ritmo frenetico del resto della settimana. e mi sembra di gustare di più i piccoli piaceri quotidiani… almeno per un paio di giorni.

pane

il nostro primo pane con pasta madre

qualche giorno prima di Natale (il 23, per la precisione), nella frenesia dei preparativi, un’amica mi ha affidato un pezzetto di pasta madre, con la raccomandazione di rinfrescarla subito… seeee! povera PM: ha dovuto aspettare qualche giorno, che le acque si calmassero… poi l’abbiamo resuscitata rinfrescata, abbiamo fatto qualche prova poco convinta con grissini e pizza… e con nostro stupore è venuto tutto buono! migliorabile con la pratica, certo, ma buono! e quindi quasi quasi il nostro tamagotchi ce lo teniamo, anche se mi sa che a volte lo trascureremo un po’: che non è facile incastrare i tempi nostri con quelli più dilatati, ma forse più “umani”, della PM.
in questo fine settimana lento quindi abbiamo provato per la prima volta a fare il pane. la ricetta è questa qui. abbiamo diminuito un po’ le dosi e usato il miele al posto dello zucchero. inoltre non avevo la farina di manitoba, così ho usato un mix di farine bio (tipo 0 + farina di cereali misti), ma mi sembra che la pasta sia lievitata bene comunque….
e che soddisfazione stamattina mangiarselo a colazione!

pane_fetta

niente foto con burro e miele…
ehi! non vi ho detto che oggi me la prendo con calma? 🙂