oh freedom!

sono sempre stata una fan del sabato del villaggio. e facciamo anche del venerdì. ho sempre apprezzato il “giorno prima del grande giorno”, pregustandomi la felicità del domani. poi spesso riesco anche a godermi “la domenica”, mica no. però il sabato venerdì, con tutto il wikkend davanti…
un po’ come stasera, con tutte le ferie davanti. ho appena lasciato alle spalle i lavori chiusi (e anche quelli lasciati in sospeso), e già mi pregusto tutti i giorni liberi. ho guidato incontro al sole, ho aperto le finestre di casa, me ne vado in giro con i piedi scalzi, la cena da preparare e una musica in testa…

Oh Freedom

Annunci

cose che si ascoltano in macchina e poi continuano a martellarti in testa

Sul lungomare del mondo – Jovanotti

Disorientato
Da oggi chiudo i conti col passato
I passi fatti e quelli che farò
Da oggi ogni giorno nascerò da zero
Non mi han convinto i pessimisti no
Non mi han convinto i disonesti no
Non son persuaso dai persuasori no
Io seguo il ritmo dei lampioni sul lungomare del mondo
E i bar che passan le canzoni
Sono tranquillo
La pioggia poi fa posto al tempo bello
Così è da sempre e sempre resterà
E tutto cambia e tutto cambierà, ancora
Dov’è finito il mio stupore oh?
Cosa s’impara dal dolore non so
Ma credo ancora
Che tutto un senso ha
E seguo il ritmo dei lampioni sul lungomare del mondo
Del mondo
Disorientato
Da oggi chiudo i conti col passato
E conta solo quello che farò
Da oggi ogni giorno io vivrò davvero
Dov’è finito il mio stupore oh?
Cosa s’impara dal dolore non so
Ma credo ancora
Che tutto un senso ha
E seguo il ritmo dei lampioni sul lungomare del mondo
E seguo il volo dei gabbiani sul lungomare del mondo
E cerco un posto dove stendermi e guardar le stelle con te insieme a te
E tu… che stella sei?

stamattina in macchina ascoltavo questa canzone, che mi mette sempre un po’ di allegria -per quell’aria scanzonata che trasmette- ma anche malinconia -mi soffermo sempre su quelle righe in grassetto…
mi chiedo spesso che senso ha quello che sto vivendo. mi ripeto che probabilmente non riesco a vedere un senso ora, ma forse un giorno riuscirò a capirlo…
cosa s’impara dal dolore non so
già. non lo so proprio…
ma credo ancora / che tutto un senso ha
lo credo ancora? non lo so

ad ogni modo… probabilmente il tragitto casa-lavoro è troppo lungo, dato che riesco a rimuginare un sacco su una canzone che, tutto sommato, mi ha messo di buonumore.
la pioggia poi fa posto al tempo bello / così è da sempre e sempre resterà / e tutto cambia e tutto cambierà, ancora
guardiamo avanti, và 🙂

ora

non sono riuscita a scrivere niente questa settimana. è stata troppo… grigia, per lo meno. troppe volte mi sono vista una strada chiusa davanti, e con questa prospettiva non ci sono pensieri positivi da scrivere.
voglio però chiudere la settimana con qualcosa di bello. ieri siamo andati al concerto di Jovanotti. come sempre avevo aspettative molto alte. il concerto è stato bello in un modo diverso da come me lo aspettavo. ho assaporato il momento così come si presentava e mi sono divertita. di ieri, di questo periodo in cui ho ascoltato tanto le sue canzoni, vorrei lasciare qui questa.
per tentare ogni giorno di farla diventare sempre più mia, per ricordarmi qual è il modo in cui vorrei affrontare la vita.