nasco, cresco, vivo, evaporo…

immagino che sarà un post un po’ confusionario… ho tante cose per la testa, anche non collegate l’una all’altra…

sono rimasta a casa dal lavoro per qualche giorno. il corpo e la mente chiedevano di fermarmi.
mi chiedono come sto.
vorrei solo rispondere che il male dentro non si guarisce in quindici giorni. anche se da fuori sembrerà così. tornerò al lavoro con la faccia migliore che ho.
ho passato un po’ di tempo nell’orto quando ho potuto in questi giorni. osservare il ritmo giusto della natura mi affascina molto. per quanto uno si affanni a cercare di intervenire su di Lei, niente accade se non a suo tempo. e se si sbagliano i tempi (ad esempio con le semine, o anche con la raccolta dei frutti) ci si accorge, eccome, dello sbaglio! mi fa un gran bene passare del tempo tra le piante. anche solo nei miei 20 metri quadri di orticello. farebbe del bene a tutti, credo io. eppure stiamo ancora e sempre lì dentro alle nostre scatole di cemento per la maggior parte del tempo. c’è qualcosa che non va in tutto questo. c’è qualcosa di profondamente contronatura, credo io.

il mulino della vita

è un periodo di decisioni importanti. spesso mi capita, in queste situazioni, di desiderare solo di avere già deciso, per non essere più in balia degli sballottamenti e avere finalmente una direzione da seguire. LA direzione.
per fortuna c’è lo Stampatello vicino a me. che con il suo pensiero lineare forse riesce a mantenere la rotta.
quello che ci aspetta sarà un periodo tosto. vorrei solo riuscire ad affrontare con un po’ di serenità e ottimismo le sfide che -sono sicura- ancora ci aspettano. lo devo a me stessa, lo devo allo Stampatello.

– – – – – – – – – – –

in questi giorni diversi nostri amici sono in vacanza in Irlanda o stanno partendo. noi ci siamo stati l’anno scorso, dopo aver rimandato per tanto tempo. è stato un viaggio desiderato a lungo e per questo avevo paura di rimanere delusa (come mi capita spesso quando le mie aspettative sono troppo alte). invece è stato proprio un bel viaggio. ancor oggi ripensando a quei paesaggi sento come una ventata d’aria buona che mi riempie i polmoni. dicono che il verde e l’azzurro danno un senso di serenità e di calma. e l’Irlanda ti pervade del suo verde e dei suoi cieli così azzurri che qui non li hai mai visti. subito pronti a diventare grigi, e bianchi e di nuovo azzurri.
buon viaggio amici! vi auguro che questo paese vi rimanga nel cuore.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;nasco, cresco, vivo, evaporo…

  1. Volevo scriverti qualcosa di totalmente ottimista e positivo, ma sono talmente esausta che proprio non corrisponde a questo istante…che ne dici se ti invio un sorrido e se alziamo un calice di vino al “VIVO” della sequenza? Un bacio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...