girelle + gira la vita

è stata una settimana impegnativa, questa. pensieri pesanti, e la nebbia davanti a me quando guardo al futuro. ma in qualche modo sono arrivata in fondo. ho preso una decisione che rimandavo da un po’. ho respirato a fondo. ho guardato Lui, che mi sopporta e non mi abbandona, e non merita il peggio di me. ho cercato di bere unsorsoallavolta.

e poi la prospettiva, domani, del corso di pasticceria con la mia amica di pasticci in cucina!  insomma, l’orizzonte si è rischiarato un po’.

questa settimana ho anche sperimentato un po’ in cucina. ci sono periodi in cui finisco sempre per cucinare le stesse cose, e altri, come questo, in cui mi piace variare e provare anche a “inventare” qualcosa con quel che ho.
qualche sera fa avevo un cavolfiore bianco dell’orto dei miei genitori, un avanzo di birra rimasto da una serata con gli amici e della ricotta fresca della latteria del mio paese. invece di fare la solita torta salata però, ho pensato di fare delle girelle.

Girelle al cavolfiore, ricotta e semi di lino

Per la pasta

  • 300 g di farina (nel mio caso 200 g di farina bio tipo 0 + 100 g di farina di kamut bio)
  • circa 90 g di birra (anche del vino bianco va bene)
  • circa 80 g di olio di semi
  • sale

Per il ripieno

  • un cavolfiore
  • 250 g di ricotta
  • 1 uovo
  • parmigiano grattugiato
  • sale, noce moscata, pepe o altre spezie a piacere
  • semi di lino per decorare

Impastare la farina e il sale con la birra e aggiungere a poco a poco aggiungere l’olio. Lavorare la pasta fino a che avrà una consistenza morbida ed elastica. Lasciarla riposare mentre si prepara il ripieno (la pasta risulterà poi più facile da stendere).

Mettere a bollire dell’acqua. Nel frattempo lavare il cavolfiore e tagliarlo a pezzetti. Quando l’acqua bolle, versare i pezzetti di cavolfiore e sbollentarli per qualche minuto (non devono essere troppo molli), poi scolarli e lasciar raffreddare. In una ciotola “sbriciolare” la ricotta con una forchetta, aggiungervi l’uovo, il sale, il parmigiano grattugiato ed eventualmente altre spezie per insaporire. Quando il cavolfiore si sarà raffreddato, frullarlo grossolanamente e poi amalgamarlo al composto di ricotta.

Infine stendere la pasta formando un rettangolo, stendervi sopra il ripieno (meglio non arrivare fino ai bordi, ma fermarsi almeno mezzo centimetro all’interno). Arrotolare la pasta con il ripieno formando un rotolo. Tagliare delle fette spesse 1-2 cm e adagiarle sulla leccarda ricoperta di carta da forno. Spargervi sopra dei semi di lino (facoltativo). Cucinare nel forno a 180°C per circa 15-20 minuti, o fino a che saranno dorate, e infine… pappare con gusto!

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...